mercoledì, novembre 16, 2005

Una situazione imbarazzante

La Corte Costituzionale ha bocciato i tagli agli enti locali, e l’opposizione esulta. I "governatori" delle Regioni poi parlano di sentenza storica. Ecco, vedete, il governo non ne imbrocca una su una, e Tremonti crea solo disastri. Come non condividere queste affermazioni? Però vediamo nel dettaglio quali erano i tagli bocciati: 50% per spese di consulenze esterne; 50% per spese di relazioni pubbliche e rappresentanza; 50% per spese di auto blu; 10% per le indennità dei sindaci e gov di Regioni e Province; 10% per le indennità dei managers di aziende controllate dagli enti locali. Bene. Non si può essere d’accordo con questo governo, con questi personaggi, perché è contronatura. Le creature del Buio non possono avere ragione, mai. Però io taglierei almeno il 75% delle spese per consulenze esterne, perché gli enti locali con queste trovate buttano via miliardi di euro; e i sindacati, quelli ufficiali, non solo gli autonomi, sono furiosi, perché in questo modo si sviliscono le professionalità interne, si fanno "regali" agli amici, e anche le giunte di sinistra non scherzano. Taglierei minimo il 50% delle spese di relazioni pubbliche e rappresentanze varie, perché questo è un enorme buco nero di cui nessuno è in grado di vedere il fondo. Taglierei almeno il 50% delle auto blu perché tutti ne abusano, è stranoto; e taglierei più del 10% delle indennità varie, perché tutti sanno che i politici italiani sono i più pagati d’Europa. Dunque: è contronatura essere d’accordo coi demoni, però come la mettiamo?

2 commenti:

maline ha detto...

Francamente l'Italia mi sembra un'auto ferma ai box (non un Ferrari comunque...), i meccanici lavorano, tolgono, aggiustano, sostituiscono, tentano questo e quello... -la potenza del motore, il cambio, l'aerodinamica, le gomme... Ma a che serve se non si sa dove si vuole andare? Mi pare in fondo che (mutatis mutandis) molte proposte possano andare anche bene se viste in altra prospettiva: il problema è però proprio la mancanza di una visione non dirò del futuro (sic) ma quantomeno di una società in grado di offrire alle prossime generazione delle possibilità -anche da parte delle opposizioni noto questa mancanza. L'Italia è ferma nella contemplazione dell'ombellico proprio o altrui. Altro che meccanici! Serviranno i bulldozer per tirarla fuori dall'impantanamento.

maline

Anonimo ha detto...

mi sembra che i sindaci(di destra sinistra di centro ) si siano mossi con tanto di manifestazione in parlamento quando si promuove una finanziaria che gli taglia gli stipendi.....forse se manifestassero quando tagliano i contributi per gli asili ecc.ecc. invece di lamentarsi e basta....coraggio
piero