giovedì, giugno 08, 2006


Ma la realtà conta?

Dunque ci siamo: la Nazionale è sbarcata. E’ estremamente interessante vedere come, ancora una volta, un evento che dovrebbe essere formato da una concatenazione di fatti verificabili , viene descritto dai giornali. La realtà ormai è unicamente un argomento di lettura, di libera interpretazione.
La Repubblica e Il Corriere della Sera scrivono che l’arrivo è stato defilato, che il gruppo di giocatori, dirigenti e allenatori hanno deliberatamente evitato i tifosi. “Gli azzurri non si concedono a tifosi e giornalisti – allenamento a porte chiuse” (La Repubblica); “La nazionale in Germania, ma sfugge ai tifosi” (Corriere); La Stampa parla apertamente di contestazioni: “Tifosi arrabbiati: sapete solo rubare”. Echeggiano quindi gli scandali, il discredito che si è abbattuto sul nostro calcio.
Invece vediamo i quotidiani sportivi: Tuttosport enfatizza: “Orgoglio azzurro, la Nazionale trova tanto affetto e aria pulita”; La Gazzetta dello Sport: “Italia, un bagno di entusiasmo, accoglienza calorosa per gli Azzurri”. Sembra inverosimile una tale diversità di vedute, una falsificazione così paradossale della realtà.
I fatti spariscono, restano le opinioni, le favole, le frottole.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

e le riviste...femminili, insistono invece su quali compagne ci saranno e quali no, quali abiti indosseranno che fatica faranno a stare dietro ai loro mariti compagni ...e poverine chissa' se poi riusciremo ad andare un po' in vacanza...

Anonimo ha detto...

e le riviste...femminili, insistono invece su quali compagne ci saranno e quali no, quali abiti indosseranno che fatica faranno a stare dietro ai loro mariti compagni ...e poverine chissa' se poi riusciremo ad andare un po' in vacanza...

te l'avevo detto ha detto...

il fatto è che un sacco di gente legge solo questi quotidiani sportivi, che sono la loro unica fonte di informazioni. questo è il livello.