mercoledì, giugno 08, 2005

Castellane d’Italia

La nuova castellana italiana è certamente Anna Falchi, che si sta accasando con l’immobiliarista-scalatore Ricucci. Al fidanzato, che recentemente si è comprato un pezzo di Corriere della sera, lei dice continuamente "amore, sei superchich", perché lui è un uomo di rottura che "vuole rompere il sistema" e lei è d’accordo, perché vuole "spezzare le lobby", e poi quando lui suona e lei gli apre lui getta dentro la di lei casa "una rosa rossa" e poi se ne va lasciandosi dietro "una scia di Rush Gucci". Adesso andranno a vivere, "per il momento", in 180 mq di appartamentino, ma è transitorio, perché presto "avremo una vera casa".
La castellana Falchi mi ha ricordato un’altra castellana mitica, la spagnola Natalia Estrada. Quando non era ancora una castellana, ma una semplice ballerina-soubrette, era sposata con un venditore di materassi e di pentole di nome Giorgio Mastrota. Oibò, uno che fa un lavoro normale, pensavo, non un calciatore o un imprenditore, non è incredibile? Niente paura, l’anomalia è stata presto risolta: un giorno, al ristorante, incrociò Paolo Berlusconi, i loro occhi si incontrarono "ed è scattato, immediatamente, l’amore". Ma tu guarda che coincidenza eh?

4 commenti:

maline ha detto...

Nulla è più erotico del successo... o no?

maline

sergio pasquandrea ha detto...

Per inciso, l'appartamentino di 180 mq (che la Falchi descrive come "una casetta da sposini") è un attico con vista sul Cupolone.
Se gli fa tanto schifo, io sto giusto per sposarmi. Sono disponibile a sacrificarmi e a cedere a loro i miei 80 mq in condominio.
Qualcuno conosce il numero della Falchi?

la_nico ha detto...

Finalmente un po' di gossip, bravo Baldrus che di tutta sta cultura 'un se ne pole veramente più :-) Dunque il Mastrota, bistrattato dalle cronache come cornuto e mazziato, a quanto pare è il proprietario di due dei locali più chic (e costosi) di Milano, e tra quelli e le pentole sguazza nei quattrini come Cleopatra nel latte. In un'intervista ha dichiarato: "Le televendite faranno pure schifo ma intanto lavoro pochissimo, ho un sacco di soldi e il tempo per andare a prendere i miei figli da scuola". Le parole non erano esattamente quelle ma il senso sì. Io di chiamarlo proprio scemo non me la sentirei... forse è per eccesso di buon senso che la televisione l'avrà messo alla berlina? ;-)

Baldrus ha detto...

Beh, il Mastrota avrà dei soldi, sarà un discreto intrallazzone, però in varie interviste televisive (una delle Jene) ha espresso tutta la sua incazzatura e la sua frustrazione per non riuscire a liberarsi dal ruolo di venditore di pentole e di materassi (tra l'altro per un'azienda che, pare, è di proprietà della mafia). Insomma, sogna di fare il presentatore, tutte quelle cose. Il problema è che è insopportabile. Cioè; anche Bonolis è insopportabile, anche la Mara Venier, tutti sono insopportabili, ma lui lo è di più: è sempre troppo gasato, fa il padreterno ma non se lo fila nessuno. Quindi, per consolarsi, si loda e si imbroda con quello che ha. La castellana Estrada l'ha capito da tempo, e non appena è riuscita a fare scattare l'amore con gli occhi di Paolo Berlusconi gli ha subito mollato quattro calcioni nel didietro.